cLEANIN' MARCH

GIUNTO ALLA SECONDA EDIZIONE, QUESTA VOLTA LA MARCIA DI PULIZIA SI E' SVOLTA SULL'ISOLA DI SANT'ANDREA, IN MEZZO ALLA LAGUNA DI MARANO: UN EVENTO RICCO DI ARTE, COMUNITA' E SOPRATTUTTO AMORE PER L'AMBIENTE

Il progetto per la cittadinanza attiva Menti Libere è cominciato il 22 Marzo,slittato poi al 28 causa pioggia, nel Comune di Marano Lagunare con la realizzazione della “Cleanin March” sull'Isola di Sant'Andrea, . L'obiettivo era andare a pulire quest'incantevole isola disabitata ma rovinata dai rifiuti portarti dal mare e dai turisti che la frequentano in estate. Abbiamo quindi organizzato una spedizione di volontari della comunità, in particolare i giovani, con il fine di sensibilizzarli alla protezione del patrimonio ambientale e coinvolgendoli con momenti creativi responsabili. La preparazione dell'evento è cominciata alcuni giorni prima, quando attraverso social network e passaparola abbiamo “responsabilizzato” una decina di ragazzi lignanesi investendoli della carica di “poliziotti ambientali”, con il compito di supervisionare l'operato dei volontari durante la manifestazione. Oltre alla gioventù lignanese abbiamo colto l'occasione per coinvolgere anche una quindicina dei settanta richiedenti asilo afghani e pakistani che lo scorso inverno erano ospiti a Lignano e con i quali due volte settimana svolgevamo attività di integrazione Per recarci all'isola ci siamo avvalsi della motonave “Saturno”, che solitamente durante l'anno accompagna i turisti con visite naturalistiche nella Laguna di Marano. Al ritrovo al molo di Lignano si sono presentati circa una sessantina di persone, di cui 40 giovani. Durante il viaggio in barca un biologo locale ha istruito i partecipanti su come operare una volta raggiunta la destinazione, mentre il vicePresidente ha presentato la raccolta fotografica #dalgrigioalverde stimolando i volontari a parteciparvi. Una volta raggiunta la destinazione abbiamo trovato ad aspettarci gli amici di Banana Bread ASD, arrivati da Lignano con i loro SUP (stand up paddle). Una volta che abbiamo scaricato tutto il materiale necessario alla raccolta rifiuti (sacchi, guanti, rastrelli ecc. ) i volontari si sono messi all'opera e nell'arco di un paio ore, dopo aver agito in particolar modo nella parte occidentale dell'isola, hanno esaurito i 70 sacchi neri a disposizione. A quel punto era giunto l'ora del pranzo picnic-solidale, in cui ognuno dei parteciparti ha condiviso con gli altri il cibo che aveva portato e aiutato a prepararne altro. Dopo il pranzo alcuni volontari della nostra associazione hanno svolto con i bambini presenti un laboratorio di riciclo creativo con rifiuti raccolti in mattinata, e realizzando una sorta di installazione temporanea sul il palcoscenico nel quale poco dopo avrebbero suonato. Infatti ad allietare la digestione ci ha pensato il concerto acustico di “Natalia Molebatsi & The Soul Making”: una cantautrice attivista sudafricana supportata da un gruppo di giovani e talentuosi musicisti friulani. Durante la performance musicale si è raggiunto l'apice quando alcuni dei ragazzi richiedenti asilo hanno preso il microfono e intonato alcune loro canzoni popolari! Con i musicisti che “gli sono andati dietro” suonando ritmi imprevedibili e con tutti i partecipanti presi dalle danze si è creato un grande senso di unità interculturale e ambientale (visto il luogo in cui si è svolto) . A quel punto si era fatta sera e la motonave è venuta a recuperarci. Abbiamo caricato sulla motonave i sacchi raccolti, siamo saliti a bordo e rientrati a Lignano.

all'opera!

dopo le fatiche il pranzo tutti assieme...

Natalia Molebatsi & soul Making

Gran giornata, gran risultato...e si torna a casa...